Editoriale

Elezioni, in Scozia, vincono gli indipendentisti. Leoni: “I popoli non moriranno mai. Un grande traguardo verso l’autodeterminazione”. Socio fondatore con Bossi della Lega Nord, Leoni si dissocia dal Movimento leghista che ha abbandonato la linea indipendentista e guida il nuovo Movimento Federalismo Sì al recupero della Lega delle origini

Gli indipendentisti scozzesi dello Scottish National Party (Snp) della prima ministra Nicola Sturgeon si aggiudicano 64 seggi (+1 rispetto alle elezioni del 2016) nel Parlamento di Holyrood, ad un solo seggio dalla maggioranza assoluta. Il risultato delle consultazioni regionali britanniche viene riferito a tarda sera (ieri 8 maggio ndr) dalla Bbc. Le agenzie rilanciano subito quella che rappresenta una notizia grandiosa per i secessionisti d’Europa, che vedono sempre più vicino il traguardo federalista. Grande entusiasmo, naturalmente, tra le fila di Federalismo Sì dove si plaude con emozione alla vittoria scozzese.

“I popoli non moriranno mai. – commenta a caldo Giuseppe Leoni – leader di Federalismo Sì – Mentre il vice ministro della Lega di Salvini, Morelli, va in Calabria e Sicilia a promettere il ponte sullo stretto, gli indipendentisti scozzesi mettono a segno un grande traguardo verso l’autodeterminazione”.

Leoni, socio fondatore con Bossi della Lega Nord, ora che il movimento leghista ha abbandonato la linea indipendentista, se ne dissocia e guida il nuovo Movimento di Federalismo Sì per recuperare la Lega delle origini.

Un grande progetto che non ha mai perso la sua valenza. Un progetto lungo 40 anni che, nonostante battute d’arresto e le attuali devianze dei trasformisti salviniani, mantiene intatti i suoi valori che mirano alla costruzione di una società più equilibrata e vicina ai popoli sul loro territorio. Una società che sostiene la diversità delle minoranze che andrebbero rispettate nel loro diritto all’auto determinazione, un diritto inalienabile e rispettoso delle culture locali che vanno promosse e non schiacciate da un centralismo sordo e cieco, che appiattisce le energie vitali dei territori.

Tornando alle elezioni locali in Gran Bretagna “Ora non ci sono scuse per rifiutare il referendum – dichiara la leader del partito nazionalista scozzese Sturgeon – non c’è semplicemente nessuna giustificazione democratica perché Boris Johnson o chiunque sia tenti di bloccare il diritto del popolo scozzese di scegliere il suo futuro”. “È un risultato straordinario che mi fa venire i brividi”. Per Sturgeon, “si tratta di un risultato storico e ora intendo tornare a lavorare per dare risposte concrete a quello che abbiamo proposto agli scozzesi”.

Sturgeon ha inoltre affermato che la sua speranza di tenere un secondo referendum sull’indipendenza da Londra rimane “realistica”, ma bisogna prima pensare alla pandemia. Quando quest’ultima sarà sconfitta, ha sottolineato Sturgeon, “il popolo scozzese deve avere il diritto di decidere il proprio futuro, perché si tratta di un principio democratico fondamentale”.

Categorie:Editoriale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...