Riflessioni

Lucca, un esempio di come i cittadini possano “salvare” le loro città dalle aggressioni politico-edilizie

Lucca è la mia città,  di dimensione non molto vasta (il comune conta circa 100.000 persone di cui 8.000 nel centro storico). I suoi abitanti, ben attenti a conservare i loro beni, hanno difeso i suoi tesori “gioielli” lasciati da chi ci ha preceduti, da aggressioni  edilizie,  storpiatrici dei meravigliosi centri storici italiani.

Dagli anni ’60  con il boom economico, la grande maggioranza delle nostre città ha subito quasi sempre la “speculazione edilizia” senza che si pensasse alle bellezze che venivano deturpate o, peggio, distrutte. 

Molti lucchesi nello stesso periodo si costituirono in  libere associazioni con lo scopo di conservare, restaurare, rivalutare il centro storico della città. 

Attraverso molteplici iniziative durate decenni è stata messa in atto un’opera di condizionamento con conseguente convincimento nei confronti delle amministrazioni di cui alcuni sindaci illuminati hanno raccolto le istanze.

Uno dei primi e significativi interventi è stato quello di liberare la Piazza dell’Anfiteatro Romano dal mercato ortofrutticolo e conseguente restauro e risanamento degli edifici.  Altro importante intervento è stata l’istituzione della totale isola pedonale all’interno delle mura cinquecentesche  organizzando i parcheggi all’esterno delle Mura stesse. 

Il cerchio delle Mura fino a quel momento era diventato un parcheggio selvaggio, abbandonato e senza illuminazione. Attraverso interventi mirati è divenuto una promenade di oltre 4 chilometri assai frequentata a tutte le ore dai lucchesi e dai molti turisti, in piena sicurezza, divenendo anche il simbolo del minuzioso controllo del territorio, ed esempio di tutela urbanistica e culturale.

Di pari passo sono andati gli Infiniti restauri e rivalutazioni volti ad abbellire i palazzi, le vie, le chiese ed i piccoli dettagli che si trovano nei mille angoli del centro. 

La forte volontà di preservare le radici culturali della comunità, trasfusa  nell’urbanistica porta la città ad ospitare ogni anno manifestazioni di rilevanza mondiale.  Le principali, Lucca Comics e Summer Festival, portano in pochi giorni centinaia di migliaia di turisti.

Si può affermare quindi che la cura e l’amore per le proprie città ripaga non solo moralmente, ma anche economicamente e che nessun altro come chi vi è nato, riesce a valorizzare le tradizioni culturali ed ambientali di un territorio

Categorie:Riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...