Arte, poesia, cultura

Poesia. “La vita che me resta” di Lorena Bernardelli

LA VITA CHE ME RESTA
El giorno del me compleanno me neodi i m’ha dito:
Zia non ti diciamo 100 di questi giorni!!!
I l’ha dito ridendo e mi ridendo ho reagito.
Sì perche’ ormai il piu’ l’e’ passa’
perdoneme se digo meno mal,
de questo son solleva’.
Non so quando anca da mi vegnara’ la bela signora,
quella vestida de bianco
e mi caminero’ al so fianco.
Me vardo endrio e posso dir che non m’e’ mai piasu’
star al centro dell’attenzione,
e se l’ho fatto….ve assicuro non l’era mia intenzione.
Non m’e’ mai piasu’ vantarme
ne’ tanto meno pavoneggiarme.
Spesso me son ritira’ nel me mondo a rifletter
per poder le me risposte comprender.
Ho ama’ la me solitudine,
così ho empara’ a lassar andar
ogni offesa e tutte le parole perfide
tegnendo per mi solo parole che me sorride.
Ho’ ama’ el me silenzio,
dove ho capi’ cose che nela confusion
non avaria mai sentì,
portando solo cio’ che vale con mì.
Ho amato tanto
e tanto ho sofferto,
ma questa l’e’ sta’ la me vita,
non so’ se ho vissu’ ben o mal,
de sicuro posso dir che non l’e’ sta’ mai sbiadita.
Lorena Bernardelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...