Editoriale

Il federalista è persona di pace. Vuole essere soggetto pensante e non oggetto di marketing di superpotenze e media corrotti, succube della tirannia della maggioranza!

Il federalista non è un guerrafondaio. Il federalista è persona di pace. Però il federalista vuole veder rispettati i propri diritti sul suo territorio, compreso quello all’autodeterminazione dei popoli. Il federalista non vuole essere considerato un oggetto ma un soggetto pensante che ragiona, prima di schierarsi con superpotenze mondiali.

Nella situazione attuale, si vede un clima di guerra creato per difendere interessi di pochi nazionalisti, centralisti, capitalisti (Usa e Russia, Cina etc.) che fanno il loro business sulle nostre teste europee e in particolare italiane.

Stanno tentando e sembrano essere riusciti, attraverso la propaganda dei media venduti a nonno Biden (foraggia tutti i maggiori giornali e tv italiane e non solo), con immagini e narrazioni fuorvianti, a coinvolgere l’Europa in una guerra di potere per il controllo del mercato mondiale che riguarda le fonti energetiche.

Stiamo parlando di gas, se è vero come è vero che Biden vuole sostituirsi alla Russia per l’approvvigionamento in Europa a prezzo da monopolio. E quindi? Quindi blocca i gasdotti e propone le sue navi gasifere con la complicità del governo del draghino che ha già cominciato a parlare di emergenza energia, aumentato prezzi che non caleranno mai più, rendendoci poveri, poverissimi, dipendenti in tutto e per tutto da nonno Biden che, ora, ci chiede anche un coinvolgimento europeo nella sua guerra contro l’espansionismo russo.

Detto questo nonno Putin ha comunque sbagliato nel minacciare l’Ucraina, un paese ex russo che gli Usa hanno nel 2014 foraggiato per conquistare l’indipendenza dalla Russia e, di conseguenza, la totale dipendenza dagli Usa.

Mi sbaglio ma sono stati gli ucraini a impedire dopo “l’indipendenza” in questi ultimi anni alle popolazioni russe del Donbass persino di parlare russo, di professare il proprio credo, senza nessun rispetto per le minoranze?

Il federalista rispetta le minoranze considerandole una ricchezza e non un peso da convertire alla maggioranza. Perché è innegabile che qualsiasi democrazia basata sulla maggioranza non è democrazia ma tirannia e provocherà sempre delle tensioni.

Abbiamo parlato di propaganda dei media italiani che ancora una volta si sono resi ridicoli. Citiamo un caso per tutti: quello del carrarmato che, secondo la narrazione dei media, ha investito intenzionalmente in Ucraina una macchina in sosta.

Immagine che ci ha inorridito, facendoci credere si trattasse di un mezzo militare russo. Ma la verità è ben diversa. Intanto non era un carrarmato russo, ma un mezzo antiaereo di difesa ucraino, sbandato contro l’auto (vuota), per errore di manovra di un soldato ucraino inesperto alla guida. Le immagini trasmesse inducevano però le persone a pensare a un puro atto di crudeltà da parte delle forze armate di Putin.

Il diritto alla verità sarebbe la prima cosa da chiedere ai nostri mezzi di informazione, che oltretutto si guardano bene dal rettificare i loro errori, perché sono fatti ad arte per spostare l’opinione pubblica.

Ripeto che Putin ha sbagliato, ma ha sbagliato anche Biden e soprattutto sta sbagliando la propaganda di parte di politici e giornalisti corrotti o incompetenti, o idioti, o tutte tre le cose insieme.

Questa delicata situazione non deve oscurare la nostra intelligenza, il nostro forte senso critico. Dobbiamo toglierci dalla confort zone della maggioranza e del pensiero unico che i media di regime ci vogliono creare.

La situazione può cambiare gli assetti mondiali, e proprio non è il caso che la stampa aggiunga cose inventate che possono danneggiare ulteriormente, per l’audience e per assecondare il proprio editore padrone.

Perché in questo caso il giornalista non è più un giornalista ma una semplice agenzia che vende un prodotto commerciale. La libertà di azione e di opinione non si può vendere né comprare, non è un prodotto ma un moto dell’anima e del cuore che non si può barattare per niente al mondo! Viva il federalista soggetto pensante e non oggetto succube della tirannia della maggioranza!

Categorie:Editoriale, news

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...