Editoriale

il 12 aprile si rinnova il rito dell’anniversario per la Lega Autonomista Lombarda, fondata nell’84 da Bossi e Leoni. Ma anche il Movimento Federalismo Sì compie il suo primo anno! Buon compleanno!

Gabriella Poli – Il 12 aprile per noi è una data storica. Quest’anno si celebra il 38° compleanno dellla Lega Autonomista Lombarda, fondata da Umberto Bossi e Giuseppe Leoni nel 1984 e anche il primo compleanno di Federalismo Sì. Un nuovo tassello per la libertà dei Popoli è infatti stato inserito il 12 aprile dell’anno scorso a Vergiate nello studio di architettura del nostro presidente Giuseppe Leoni, quando un gruppo di amici hanno deciso di realizzare l’idea della associazione poi consolidata nella sua fondazione qualche mese più avanti. A quella prima riunione erano presenti con Giuseppe Leoni, la sottoscritta Gabriella Poli, Sergio Tozzi, Daniela Cantamessa, Leonardo Divan, Massimiliano Porta. Nei mesi successivi l’assetto di questa prima fase ideale della associazione è mutato. Qualcuno si è ritirato, altri si sono aggiunti fino a consolidare il gruppo iniziale con Leoni, Poli, Tozzi e Pier Luigi Torielli.

Con l’ultimo raduno degli Alfieri dello scorso sabato 9 aprile a Borgotrebbia continua dunque il cammino intrapreso 38 anni fa con il leader storico della Lega Nord Umberto Bossi. Un cammino che non si è mai fermato nonostante le devianze apportate nel Movimento federalista dagli apprendisti stregoni, che calcano ora la scena politica, dopo aver tradito gli ideali iniziali dei diritti fondamentali di chi abita il nostro Paese, unito ma composito, formato da tante minoranze.

Vi propongo di seguito alcune considerazioni sempre valide, scritte nel mio articolo che aveva accompagnato la prima riunione del Movimento il 12 aprile dello scorso anno.

Ogni minoranza andrebbe rispettata nel suo diritto all’auto determinazione, un diritto inalienabile e rispettoso delle culture locali che vanno promosse e non schiacciate da un centralismo sordo e cieco, che appiattisce le energie vitali dei territori. Il nostro Paese è storicamente composto da vari popoli, ognuno dei quali ha diritto di parlare la propria lingua locale ed esercitare le proprie tradizioni culturali, quelle eticamente sane naturalmente, di amministrarsi territorialmente in base a ciò che la terra, il clima, le propensioni propongono.

Si sa che i popoli stanziali traggono energia e sapienza dall’esperienza maturata da chi ha percorso lo stesso cammino. Sappiamo anche che la globalizzazione ha fallito. Lo abbiamo visto nell’ambito umanitario, economico e sanitario. E mai prima d’ora si era verificata una crisi emergenziale come in questo momento, in cui impera la dittatura sanitaria, economica e politica a livello mondiale. Ma chi ha stabilito che globale deve essere giusto? Il falso moralismo, le politiche mondiali predatorie hanno rivelato aspetti terribili dell’anima umana che ci ha portato a uno dei periodi più bui della nostra storia.

È tempo di ricominciare. È tempo di stabilire che, non le maggioranze ma le minoranze vanno rispettate. Perché molte minoranze con le loro peculiarità positive progrediscono e arricchiscono tutti. Le minoranze insieme possono creare un tutto perfettamente organizzato. E suonare un sinfonia senza stonature. La Sinfonia del Federalismo che rispetta e promuove, che salda e rinnova, che protegge ed è solidale”.

Buon compleanno Lega Autonomista Lombarda! Buon primo compleanno Federalismo Sì!

Categorie:Editoriale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...