news

Acqui Terme – “Federalismo Sì” sostiene la Lista “Con Bosio” alle prossime amministrative del 12 giugno. Bernardino Bosio, già apprezzato sindaco della città si rimette in pista col nostro appoggio. Responsabile elettorale Pier Luigi Torielli.

Il 12 giugno Acqui Terme fa da apripista per il nostro impegno nelle istituzioni. Il Movimento Federalismo Sì sostiene infatti la lista “Con Bosio” di Bernardino Bosio già apprezzato sindaco della città per due mandati. Responsabile elettorale il nostro tesoriere Pier Luigi Torielli. Per l’occasione abbiamo realizzato un notiziario speciale Acqui che verrà distribuito alle 7 mila famiglie della città termale.

PROGRAMMA – La Lista “CON BOSIO” propone il programma convinta che Bernardino Bosio, già Sindaco di Acqui Terme per 10 anni, saprà far ripartire la città che sta attraversando uno dei peggiori momenti degli ultimi 20 anni.
Partendo dal PRESUPPOSTO che in diverse aree della città (zona Bagni, Pisterna, San Defendente e moltissime altre) le ultime ristrutturazioni e manutenzioni sono state eseguite dall’Amministrazione di Bernardino Bosio e dimenticate da Danilo Rapetti, Bertero/Roso e Lucchini, la Lista “CON BOSIO” impegna il sindaco Bosio a terminare questi lavori e manutenzioni. Il programma amministrativo per la Città e per il territorio delle Valli Bormida ed Erro dovrà essere univoco affinché l’intera area ritrovi quei momenti di prosperità economica del periodo dell’amministrazione leghista guidata da Bosio. Questi i punti principali:

  • La risoluzione del problema “Terme “: siamo certi che Bernardino Bosio saprà dialogare con la Famiglia Pater come ha sempre fatto (vogliamo ricordare i 50 miliardi di lire investiti dalla proprietà di Terme negli anni sulla Città di Acqui) per poter riaprire questo fiore all’occhiello della nostra Città e della Valle Bormida ed Erro.
  • Progetto “Valli dei Sensi”: sarà presentata il 7 giugno 2022 la piattaforma operativa per il rilancio del turismo e per lo sviluppo economico delle Valli Bormida e Valle Erro di cui Acqui Terme è la capitale, coinvolgendole per dare la giusta visibilità ed il giusto sviluppo ad un territorio così colmo di eccellenze, dai vini di alto pregio, ai prodotti caseari, alle carni. Il Sindaco Bosio saprà dare vantaggi alle aziende locali creando lavoro e sviluppo, incidendo profondamente sulla presenza turistica in tutto il territorio. Ciò potrà favorire il commercio con la riapertura delle botteghe che, per la pandemia e per la crisi susseguente, hanno dovuto languire o chiudere.
  • I locali rimasti vuoti della città potranno trovare temporaneamente o permanentemente un nuovo impiego locandoli come botteghe ad artisti, pittori, scultori o altro, affinché il traino dell’aspetto turistico e culturale derivante dalle manifestazioni quali la Antologica, Acqui in Palcoscenico, Acqui Storia, Acqui Ambiente e le importanti mostre di pittura e scultura di Palazzo Robellini” possano incentivare il flusso di visitatori appassionati del settore e favorire i possibili acquisti dei prodotti esposti nelle botteghe.
  • Il progetto prevede altresì di coinvolgere i produttori agricoli, le aziende di trasformazione dei prodotti alimentari, le cantine, gli artigiani e le decine di appassionati che oggi stanno rendendo grande la nostra gastronomia e il nostro BEN-ESSERE.
  • Creazioni di eventi sul territorio di Acqui Terme che attraggano turismo dall’Italia e dall’estero.
  • La città di Acqui Terme socia del gruppo Amag si proporrà da apripista per il progetto di trasformazione dell’intero territorio in realtà ecosostenibile attraverso la trasformazione dei Comuni in Comuni Green, investendo in sostenibilità ed innovazione tecnologica ed energia da fonti rinnovabili (azzeramento della bolletta per Acqui Terme ed i Comuni attraverso le comunità energetiche, utilizzando le eccedenze per abbattere i costi anche alle utenze private).
  • Questi progetti offriranno importanti occasioni di lavoro ai nostri giovani che non saranno più costretti ad “emigrare”.
  • Come già nel passato, Bernardino Bosio, saprà dare “sicurezza” alla città intervenendo sulle criticità dovute all’abbandono del nostro territorio, riportando il corpo dei Vigili Urbani, attraverso alcune assunzioni, ad essere la garanzia di una città sicura come è diritto dei cittadini.
  • SANITA’: come il PNRR ha previsto, la sanità dovrà diventare sempre più territoriale ovvero essere vicina alle moltissime persone anziane che fanno di questa terra il collegio elettorale più anziano d’Italia. Implementazione dei servizi domiciliari, accrescimento dei servizi al Distretto Sanitario e non ultimo, in un futuro non troppo lontano, il recupero funzionale dell’Ospedale.
  • ECONET: la proposta di risoluzione del problema dei rifiuti e della pulizia della città (escrementi animali inclusi) non è semplice. Ci sono contratti ed accordi che vanno ridiscussi.
    L’indifferenziato va in discariche ma oggi purtroppo non solo quello, in quanto la differenziazione fatta con fatica e difficoltà, soprattutto per chi vive in un alloggio, non avviene
    nel modo migliore. I ricavi dei prodotti riciclati sono una chimera, devono passare a successive selezioni per essere riutilizzati. Su questo si farà una battaglia per diminuire le bollette ed il disordine regnante in città.
  • QUALITA’ DELLA VITA: la qualità della vita sarà considerata fondamentale per ogni cittadino e sarà perseguita attraverso il decoro urbano, i servizi socio-assistenziali, le scuole, le associazioni di volontariato e tutti i cittadini che, a titolo privato, vorranno impegnarsi a migliorare la qualità della vita delle persone anziane, disabili e deboli, garantendo la salvaguardia dei diritti di ogni cittadino ed il miglioramento delle condizioni legate all’infanzia e ai giovani, futuro della nostra società.
  • ISTRUZIONE E CULTURA: favorire la fruizione scolastica in ambienti gradevoli e sostenere le iniziative formative di ogni ordine e grado d’Istruzione. Migliorare il servizio dell’Asilo Nido. Parallelamente allo sviluppo del turismo come sopra descritto, promuovere una stretta collaborazione con gli Istituti Superiori ad orientamento turistico, alberghiero e commerciale presenti in Città, al fine di agevolare opportunità di impiego sul territorio per i neodiplomati. Dare impulso alle principali manifestazioni culturali già consolidate e favorire nuove iniziative per valorizzare i beni artistici, storici e paesaggistici di Acqui Terme e del territorio e sostenere la divulgazione della cultura in ogni sua forma.

Categorie:news, Notiziario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...