sodalizio Lega Federalista Federalismo Autonomia IndipendenzaEditoriale

Lega Federalista, al via il nuovo sodalizio contro la malagestione centralista del nostro Paese e della UE

Gabriella Poli – Ci siamo riuniti in un gruppo di sodali per contrastare la deriva centralista del nostro Paese e della Unione Europea, che non ci rappresentano. Vogliamo riportare al centro dell’attenzione i grandi temi che sconvolgono il nostro paese e il nostro continente.

In primis il diritto all’autodeterminazione dei popoli e delle minoranze perseguitate, come il popolo curdo da parte della Turchia. Questa Ue dimentica che i curdi sono riusciti a sconfiggere l’Isis e li riconsegna al dittatore Erdogan, in cambio di un suo intervento diplomatico affinché la Finlandia entri nella Unione Europea.

L’altro tema fortemente trascurato è quello dell’immigrazione ormai divenuta selvaggia e senza controllo soprattutto dal continente africano. Una invasione letterale che ha sconvolto e cambiato radicalmente il nostro paese, dove i cittadini italiani sono stati messi in secondo piano rispetto alle esigenze dei nuovi arrivati. Non neghiamo la dovuta solidarietà ma preferiamo la sussidiarietà cioè “aiutiamoli a casa loro”. Non possiamo più sopportare il peso di un’economia di mantenimento di migliaia di persone nullafacenti, alle quali diamo alloggio, sanità e ospitalità in cambio magari di delinquenza organizzata. Con buon guadagno delle cooperative di solidarietà e accoglienza che fanno affari d’oro a spese dei nostri cittadini poveri e pensionati che sono messi sempre ultimi nella lista dei bonus e dell’assistenza. A questo punto bisogna anche riflettere sulla gestione del reddito di cittadinanza, dato a pioggia, con le autocertificazioni e senza alcun controllo reale.

Un altro tema fondamentale è capire che fine facciano le centinaia di minori che arrivano insieme agli immigrati. I bambini sembrano sparire nel nulla e si teme siano preda facile di commerciati di organi e pedofili. Nessuno si è ancora interessato di questo spaventoso fenomeno.

E mentre in parlamento non si ha di meglio da fare che discutere sullo “jus soli” (per dare una più facile cittadinanza italiana a chi è venuto in Italia per mettere al mondo dei figli e farsi mantenere dai nostri cittadini) gli italiani languono tra le bollette da pagare i costi raddoppiati dei beni di prima necessità e vedono il loro domani sempre più buio.

Sono tante le tematiche da affrontare come ad esempio le continue emergenze in cui ci trascina il governo dei “peggiori” che governa a suon di decreti e ha creato, d’accordo con chi lo sostiene (Stati Uniti e Big Pharma) situazioni pandemiche sia sanitarie, che economiche, che guerrafondaie. L’ultima situazione mal gestita, in ordine di tempo, è la guerra Ucraina – Russia, nella quale la Ue e la Nato, grazie al business delle armi, ha coinvolto il nostro paese rovinandone progressivamente l’economia e riducendolo in stato pre fallimentare.

Di questo e molto altro parleremo liberamente su questo blog.

Categorie:Editoriale

Con tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...