Editoriale

FOLLIE ELETTORALI: Giggino de noantri, vuole pagare con le nostre tasse e trattenute in busta paga e pensione le bollette delle piccole e grandi imprese. Ma a noi cittadini chi pagherà le bollette? Ma non si era detto di chiedere alle privatizzate dell’energia, del gas e dei carburanti, di restituire il maltolto per gli aumenti iperbolici ingiustificati? Ci prendono per scemi? Forse lo siamo per aver permesso la scalata a questi inetti che ora vogliono il nostro voto

Gabriella Poli – Giggino de noantri, “ministro degli esteri in libertà”, propone di pagare le bollette a piccole e grandi imprese se no dice “chiudono”. Ma i soldi dove li prende? Dalle nostre tasse, dalle trattenute in busta paga per chi ha ancora un lavoro dipendente e dalla pensione dei pensionati sempre più esigua. In buona sostanza noi dovremmo pagare le bollette delle piccole e grandi imprese che, quando guadagnavano i loro soldi legittimamente se li tenevano.

Ma le nostre bollette altrettanto salate, quelle di noi cittadini, pensionati, operai etc, chi le paga? Verrebbe da dire, per uno scambio di favori, le piccole e grandi imprese. Invece no. Noi dovremo pagare le nostre bollette e anche quelle degli imprenditori.

Ecco la sorprendente proposta di Di Maio riportata dall’agenzia Ansa “(ANSA) – ROMA, 29 AGO – Luigi Di Maio di Impegno Civico propone contro l’emergenza bollette “un decreto di emergenza non appena arrivati al governo da approvare subito. Un taglia bollette che consenta alle piccole imprese (ieri in tv ha aggiunto anche le grandi imprese) fino alla fine dell’anno di vedersi pagato dallo Stato l’80% delle bollette e che varrebbe circa 13,5 miliardi di euro”.

Ma non si era detto di chiedere alle privatizzate dell’energia, dei carburanti e del gas di restituire il maltolto per gli aumenti iperbolici e ingiustificati?

Evidentemente più facile prelevare forzosamente dalle buste paga dei dipendenti e dalle pensioni per elargire favori agli imprenditori piccoli e grandi in cambio di voti. Ma ci hanno preso per scemi? Pare di sì. Forse lo siamo visto che abbiamo permesso la scalata a questi inetti che ora vorrebbero il nostro voto.

Categorie:Editoriale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...